Ogni viaggiatore che si rispetti tiene un diario di bordo. Raccontare è come viaggiare, e se non porti con te un po' dell'altro, i tuoi orizzonti saranno sempre ridotti a quello che hai creduto di vedere.


Antonello Messina



mercoledì 18 settembre 2013

Storie senza un nome.





Certe volte le persone si avvicinano a noi come oggetti animati, altre volte  gli oggetti si accostano a noi come persone inanimate. Le generazioni di artisti si susseguono, come piante, alcune appassiscono sotto il peso del tempo, mentre altri semi nuovi cominciano a  germogliare. Non conosco il nome dell’artista a cui apparteneva questo bassorilievo, cosi come non conosco l’identità di chi vi è raffigurato. In ogni caso da oggi il mio atelier è la sua nuova casa. Lì potrà continuare a vegliare, fino al prossimo intercalare del tempo.